Il Museo delle Cappelle Medicee è un interessante sito di interesse storico immerso nel cuore di Firenze, in Piazza Madonna degli Aldobrandini. Sorto da alcune aree della Basilica di San Lorenzo, oggi fa parte del Polo Museale Fiorentino e deve la sua fortissima importanza al fatto di essere il luogo di sepoltura della famiglia de Medici, la dinastia simbolo del potere politico del capoluogo toscano. E’ possibile accedere al Museo delle Cappelle Medicee passando per Piazza Madonna degli Aldobrandini ed entrando dalla parte posteriore della chiesa. Il primo ambiente che i visitatori incontrano è la Cripta, dove sono conservate le tombe dei granduchi e dei loro familiari e dove è possibile ammirare un’interessante collezione di reliquiari del Seicento e Settecento.

Il Museo delle Cappelle Medicee è un luogo affascinante, che permette di immergersi nella storia e nell’arte di una delle famiglie più potenti e influenti del Rinascimento italiano. La sua visita è un’esperienza unica, che consente di ammirare opere straordinarie e di comprendere l’importanza dei Medici nella storia di Firenze.

Museo delle Cappelle Medicee, un viaggio nella storia cittadina

Proseguendo il percorso di giunge nello sfarzoso ambiente ottagonale della Cappella dei Principi un vero e proprio capolavoro di arte e architettura. Questa maestosa cappella, costruita nel corso dei secoli, ospita le spoglie di ben cinque granduchi di Toscana. Le pareti sono interamente rivestite di marmi pregiati, come il verde di Prato e il rosso di Verona, creando un effetto visivo stupefacente. Al centro della cappella si erge il maestoso sarcofago di Cosimo I de’ Medici, il fondatore della dinastia.

E’ sormontato dalla bellissima Cupola di San Lorenzo, seconda per dimensioni in città soltanto a quella del Brunelleschi, ideata da Cosimo I e realizzata dall’architetto Matteo Nigetti su disegno di Don Giovanni de’ Medici. Colpisce soprattutto per i ricchi intarsi in commesso fiorentino con i colori di porfidi e graniti, un’arte che tocca qui il suo vertice. Il Museo delle Cappelle Medicee ospita i sepolcri per Cosimo I, Cosimo II e Cosimo III, i cui corpi in realtà sono conservati in ambienti nascosti, nella Cripta del Buontalenti. Alle spalle dell’altare ecco un ingresso che permette di accedere ad una piccola camera dove sono conservati preziosi reliquiari.

La camera dei reliquiari è un vero tesoro nascosto all’interno delle Cappelle Medicee. Qui si possono ammirare splendidi oggetti sacri, incastonati con maestria in preziosi scrigni d’argento e oro. Ogni reliquiario racchiude una storia antica e misteriosa, legata alla devozione dei Medici verso i santi e i martiri della Chiesa. Tra i reliquiari più noti vi è quello dedicato a San Giovanni Battista, patrono di Firenze. Questo prezioso scrigno custodisce una piccola porzione delle ossa del santo, donata alla famiglia Medici da Papa Clemente VII. L’arte del reliquiario raggiunge qui il suo apice, con dettagli finemente cesellati e pietre preziose che brillano alla luce delle candele.

Accanto al reliquiario di San Giovanni Battista, si trova quello dedicato a San Cosimo e San Damiano, i santi protettori dei Medici. Questo scrigno è adornato da splendidi smalti colorati, che raffigurano scene della vita dei santi e miracoli attribuiti a loro. È un vero capolavoro di oreficeria, che testimonia la devozione e il potere della famiglia Medici.

Ma i reliquiari non sono gli unici tesori conservati in questa camera segreta. Sulle pareti sono appesi dipinti di grande valore, opere di artisti rinomati come Botticelli e Ghirlandaio. Questi dipinti raffigurano scene religiose e ritratti dei membri della famiglia Medici, testimoniando la loro grandezza e influenza nella Firenze rinascimentale.

La camera dei reliquiari è un luogo di grande fascino e mistero, che permette di immergersi nella storia e nell’arte dei Medici. È un’esperienza unica, che lascia senza fiato e che consente di apprezzare appieno l’eredità di questa famiglia così importante per la città di Firenze.

Museo delle Cappelle Medicee, un tassello del mosaico fiorentino

La visita al Museo delle Cappelle Medicee prosegue con la Sagrestia Nuova, realizzata nel XVI secolo da Michelangelo, impreziosita da archi trionfali e dai sepolcri monumentali dedicati a Giuliano Duca di Nemours ed il nipote Lorenzo Duca d’Urbino e da una Madonna con Gesù in grembo posta al centro della struttura. Sotto l’altare sono sepolti Lorenzo il Magnifico ed il fratello Giuliano de’ Medici.

La sua bellezza e la maestria dell’artista sono evidenti in ogni dettaglio, dalle espressioni dei volti alle pieghe dei drappeggi. Infine, la visita si conclude nella Cappella dei Depositi, dove sono conservati i tesori della famiglia Medici. Qui è possibile ammirare gioielli, oggetti d’arte e preziosi manoscritti, testimonianze dell’opulenza e del raffinato gusto dei Medici. Tra i pezzi più notevoli, spicca il celebre diamante dei Medici, una gemma di inestimabile valore.

Il complesso è visitabile tutti i giorni dalle 08:15 alle 16:50. Parte del complesso è anche la Cripta Lorenese, dove si trovano le spoglie della famiglia dei Lorena ed il monumento funebre a Cosimo il Vecchio “Pater Patrie”. L’hotel Brunelleschi, situato in Piazza Sant’Elisabetta, è perfetto per un soggiorno in città e per scoprire le bellezze del sito Mediceo, situato a pochissimi metri dall’albergo. Il Museo delle Cappelle Medicee è chiuso ogni seconda e quarta domenica del mese; il primo, il terzo ed il quinto lunedì del mese; a Capodanno, Natale e 1° Maggio.

Percorri i secoli fiorentini con il Museo delle Cappelle Medicee

Condividi su
pattern Brunelleschi Hotel

Articoli correlati

  • Cosa visitare a Palazzo Vecchio

    Scoprite cosa visitare a Palazzo Vecchio con l’Hotel Brunelleschi …

    ...

    16 Nov 2016

  • Primo premio Condé Nast Johansens Awards 2016 all’Hotel Brunelleschi!

    Siamo lieti di annunciarvi che l’Hotel Brunelleschi ha appena ricevuto a Londra il Condé Nast Johans ...

    3 Nov 2015

  • Palazzo Pitti

    Un’epoca regale riecheggia nell’anima di Palazzo Pitti …

    ...

    31 Mag 2017