Firenze dà subito l’immediata sensazione di trovarsi in un museo a cielo aperto. La culla del Rinascimento italiano vanta un centro storico riconosciuto Patrimonio dell’Umanità UNESCO anche grazie alla straordinaria concentrazione di palazzi storici, chiese, musei e tesori d’arte.

È importante, quindi, riuscirsi ad orientare al meglio e ad individuare i siti da visitare, da non lasciarsi sfuggire.

I più importanti monumenti a Firenze da visitare

Scopriamo quali sono i monumenti a Firenze da visitare.

Galleria degli Uffizi

galleria degli uffizi firenze

In Piazzale degli Uffizi troviamo uno dei musei più importanti al mondo, custode di capolavori dal valore unico e di una delle più grandi collezioni di opere rinascimentali. Al suo interno possiamo ammirare opere di Botticelli, Giotto, Leonardo da Vinci, Piero della Francesca, Michelangelo, Caravaggio, Rubens, Correggio, Lippi, Mantegna, Rembrandt, Martini, Tiziano, Parmigianino. Tra le opere più importanti presenti all’interno ecco La Primavera e La Nascita di Venere di Botticelli, L’Annunciazione di Leonardo Da Vinci, La Venere di Urbino di Tiziano, il Bacco di Caravaggio, il Ritratto di Leone X di Raffaello e Tondo Dini di Michelangelo.

Cattedrale di Santa Maria del Fiore

duomo di firenze

In Piazza del Duomo troviamo il monumento più iconico di tutta Firenze grazie anche e soprattutto alla grandiosa Cupola del Brunelleschi. Insieme al vicino Battistero e al Campanile di Giotto dà vita ad uno dei complessi architettonici più importanti del Rinascimento. Il Duomo venne costruito tra il XIII e il XV secolo su progetto di Arnolfo di Cambio. Uno dei capolavori architettonici è la Cupola del Brunelleschi, di 46 metri di diametro. All’interno della Cattedrale possiamo ammirare l’affresco del Giudizio Universale, ad opera del Vasari.

Campanile di Giotto

campanile giotto firenze

In stile gotico, progettato da Giotto e completato nel 1359. La torre è alta 85 metri, è suddivisa in cinque piani e rivestita di marmi policromi e bassorilievi di Andrea Pisano e Luca della Robbia. Percorrendo i suoi oltre 400 gradini possiamo ammirare uno dei panorami più belli della città.

Battistero di San Giovanni

battistero san giovanni firenze

L’edificio a base ottagonale venne costruito nel XII secolo per ospitare il fonte battesimale della Cattedrale. Vanta proporzioni perfette, un tetto piramidale e facciate rivestite di marmo bianco di Carrara e marmo verde di Prato. Da non perdere la Porta del Paradiso che fronteggia la Cattedrale e che è considerata il capolavoro di Lorenzo Ghiberti.

Palazzo Vecchio 

Museo di Palazzo Vecchio a Firenze

In Piazza della Signoria sorge uno dei più importanti palazzi della città, sede del comune e dal 1865 al 1871 sede del Parlamento del Regno d’Italia. E’ il simbolo del potere politico e ricco di sale che ospitano opere di Michelangelo, Donatello, Verrocchio. Possiamo ammirare importanti sculture come il Nettuno di Ammannati, Ercole e Caco di Brandinelli, il Ratto delle Sabine di Giambologna, il Perseo di Cellini. Di fianco troviamo la grande torre edificata nel XV secolo, anticamente adibita a prigione e oggi forte di meravigliosi saloni affrescati da artisti come il Vasari.

Basilica di Santa Croce 

basilica santa croce

In Piazza Santa Croce ecco una delle più grandi chiese officiate dai francescani e una delle più importanti rappresentazioni del gotico in Italia. Al suo interno ammiriamo il Crocifisso di Donatello, gli affreschi di Giotto, la Cappella di Michelozzo, i monumenti funebri di Desiderio da Settignano e Bernardo Rossellino, la cappella e il chiostro progettati da Brunelleschi. Al uso interno sono sepolti Foscolo, Michelangelo, Galileo, Alfieri, Leon Battista Alberti.

Giardino di Boboli 

grotta del buontalenti a firenze

In Piazza de’ Pitti troviamo uno dei più importanti esempi di giardino all’italiana, un vero museo a cielo aperto, ricco di sculture e bellezze architettonico-paesaggistiche. Al suo interno possiamo ammirare obelischi, la fontana del Nettuno, la limonaia, il prato delle colonne, le statue raffiguranti imperatori romani e divinità, edifici come la settecentesca Kaffeehaus (un raro esempio di rococò in Toscana).

Ponte Vecchio 

ponte vecchio

Il ponte simbolo di Firenze risale all’epoca romana e fino al 1218 era l’unico ponte ad attraversare il fiume Arno. Nell’antichità ospitava numerose botteghe di macellai che, sul finire del XVI secolo, vennero sostituite da botteghe di orafi. Sopra il ponte corre parte del Corridoio Vasariano, che collega Palazzo Pitti a Palazzo Vecchio.

Galleria dell’Accademia 

galleria dell'accademia firenze

In Via Ricasoli sorge il secondo museo più importante d’Italia dopo quello degli Uffizi. Al suo interno sono custodite opere di Michelangelo, Botticelli, Andrea del Sarto, Domenico Ghirlandaio, Pontormo, Alessandro Allori. La sezione del Museo degli Strumenti Musicali permette di ammirare anche lo Stradivari di Bartolomeo Cristofori.

Basilica di Santa Maria Novella

Situata nell’omonima piazza, è una delle più importanti chiese in stile gotico in Toscana. L’esterno è opera di Lona Battista Alberti e Talenti, l’interno racchiude opere di Trinità di Masaccio, il Crocifisso di Giotto e quello di Brunelleschi e gli affreschi del Ghirlandaio.

Basilica di San Lorenzo 

Churches of Florence

Nell’omonima piazza troviamo una delle chiese più antiche di Firenze. È considerata una basilica minore e contiene le sepolture di diversi membri della famiglia Medici. Venne ricostruita da Filippo Brunelleschi nel 1419. Tra le opere custodite al suo interno troviamo la Sagrestia Vecchia di Brunelleschi e la Biblioteca Laurenziana, simbolo dell’architettura di Michelangelo.

Basilica di San Miniato al Monte

Sorge sulla tomba di San Miniato, nei pressi di Piazzale Michelangelo. Conquista subito con la sua facciata a motivi geometrici in marmo verde e bianco e con un mosaico centrale. All’interno spiccano la Cappella del Crocifisso del Michelozzo e la cripta dell’XI secolo decorata con affreschi di Taddeo Gaddi.

Fontana di Nettuno

In Piazza della Signoria troviamo la prima fontana pubblica fiorentina, realizzata nel Cinquecento da Bartolomeo Ammannati e voluta da Cosimo I de Medici. Raffigura un maestoso Nettuno, realizzato in marmo bianco di Carrara, che si erge trainato da quattro cavalli e circondato da divinità marine in bronzo, opere del Giambologna.

Statua di Ercole e Caco 

statua di Ercole e Caco

Sempre in Piazza della Signoria possiamo ammirare questa straordinaria opera di Baccio Bandinelli, raffigurante la vittoria dell’eroe sull’essere mostruoso. Venne realizzata in occasione del ritorno dei Medici al governo della città. Reca diversi inserti in marmo, come accade anche in altre opere del Bandinelli.

David di Michelangelo 

Ancora in Piazza della Signoria per ammirare una copia del capolavoro di Michelangelo. È una colossale scultura in marmo di Carrara che simboleggia il popolo che sconfigge il tiranno. L’originale è presso la Galleria dell’Accademia.

Loggia della Signoria

Restiamo ancora in Piazza della Signoria per ammirare questa galleria trecentesca, tra i migliori esempi dell’architettura gotica fiorentina. Chiamata anche Loggia dei Lanzi, perché vi trovarono riparo i Lanzichenecchi, è un museo della scultura rinascimentale all’aperto. Possiamo ammirare statue come il Perseo con la testa di Medusa di Benvenuto Cellini, il Ratto delle Sabine e Ercole e il Centauro Nesso del Giambologna, il Ratto di Polissena di Pio Fedi e la statua in marmo Patroclo e Menelao.

Giuditta e Oloferne

Piazza della Signoria permette di ammirare anche questa statua in bronzo dall’alto valore simbolico, realizzata da Donatello. Rappresenta la vittoria della virtù sul malvagio. L’originale (del 1457) è custodita presso la Sala dei Giglio di Palazzo Vecchio.

Statua del Marzocco

Il leone, simbolo e protettore di Firenze, è realizzato da Donatello ed è sempre in Piazza della Signoria. Raffigura un leone con la zampa su uno scudo con il giglio fiorentino. L’originale del 1419 è al Bargello.

Forte Belvedere

In Via di S. Leonardo ecco la Fortezza di Santa Maria in San Giorgio, fatta costruire nel 1590 dal Granduca Ferdinando I a difesa della città. Sorge sulla collina di Boboli, in posizione panoramica. Ha una pianta stellare a quattro bastioni ed è considerato il capolavoro d’ingegneristica difensiva del Buontalenti. Oggi ospita spesso mostre ed eventi culturali.

Fortezza da Basso

In Via Filippo Strozzi troviamo quella che un tempo era la Fortezza di San Giovanni, un imponente complesso a pianta pentagonale costruito nel 1534 da Antonio da Sangallo per volere di Alessandro de’ Medici. Oggi è il principale centro espositivo fiorentino.

Loggia del Mercato Nuovo

In Piazza del Mercato Nuovo ecco questa armoniosa struttura costruita nel 1547 su volere di Cosimo I de’ Medici per ospitare il più antico dei mercati della città. Chiamata anche Loggia del Porcellino, vanta statue ottocentesche di fiorentini poste nelle colonne angolari.

Fontana del Porcellino

Nella Loggia del Mercato Nuovo troviamo questa fontana secentesca. Realizzata da Pietro Tacca nel 1633 in bronzo, raffigura un cinghiale ferito durante la caccia. Oggi è una delle tappe di ogni visita a Firenze, perché la credenza popolare suggerisce che accarezzare il naso del porcellino porterebbe fortuna.

Mura di Firenze

Le antiche mura progettate da Arnolfo di Cambio chiamate a proteggere la città nel corso del Medioevo sono perlopiù scomparse. Vennero in gran parte demolite a fine Ottocento. Oggi possiamo ammirarne dei resti in Oltrarno, in Via Lungo le Mura di Santa Rosa, in Viale Francesco Petrarca.

Porta Romana

In Piazzale di Porta Romana troviamo la porta più meridionale dell’antica cinta muraria. Risale al Trecento ed è situata sulla via per Roma. Conserva i grandi battenti in legno originali.

Ponte Santa Trinita

Florencia, Italia

È uno dei ponti storici della città. L’originale, realizzato da Bartolomeo Ammannati, venne distrutto nel corso della II Guerra Mondiale. Quello odierno è stato riscostruito proprio come l’originale. È a tre arcate, sull’Arno, collega Piazza di Santa Trìnita con Piazza Frescobaldi. Presenta le statue autentiche delle Quattro Stagioni poste ai due accessi.

Monumento a Dante Alighieri

In Piazza di Santa Croce troviamo la grande statua in marmo realizzata da Enrico Pazzi raffigurante il sommo poeta. È alta circa dieci metri e raffigura Dante con una corona d’alloro sul capo e il libro della Divina Commedia nella mano destra.

Loggia del Bigallo

In Piazza di San Giovanni troviamo questa piccola loggia dove, nel Medioevo, venivano portati i bambini smarriti o abbandonati affinché potessero ritrovare i genitori o essere adottati.

Torre della Castagna

In Via Dante Alighieri troviamo una delle torri più antiche e meglio conservate del centro storico. È una torre medievale costruita nel 1038 all’angolo tra Piazza San Martino e Via Dante Alighieri.

Torre della Pagliazza

In Piazza Sant’Elisabetta ecco uno dei monumenti più antichi di Firenze. Venne costruita nel VI secolo, è circolare e a quattro piani.

Fontana dell’Oceano

Fontana oceano Boboli isolotto andromeda

Al centro dell’Isolotto del Giardino di Boboli troviamo questa straordinaria fontana barocca del Giambologna, voluta da Cosimo I. Rappresenta Nettuno attorniato dai grandi fiumi Eufrate, Nilo, Gange.

Arco di Trionfo

arco lorenese trionfo firenze

Al centro di Piazza della Libertà sorge il monumento celebrativo della presa del Granducato di Toscana da parte dei Lorena. È ornato di sculture, aquile asburgiche, bassorilievi e iscrizioni latine e sormontato dalla statua equestre del Granduca Francesco Stefano di Lorena.

Porta San Gallo

Di fronte all’Arco di Trionfo, la porta rappresentò fin dalla fine del ‘200 il principale ingresso in città per chi proveniva da Nord. Parte delle antiche mura di Firenze, presenta la parte esterna decorata con due marzocchi in pietra.

Fontana dello Sprone

In Via dello Sprone ecco questa raffinata fontana secentesca realizzata dal Buontalenti. Raffigura un mascherone dalla cui bocca sgorga l’acqua raccolta in un’aggraziata vasca sottostante a forma di conchiglia.

Colonna della Giustizia

Firenze Colonna della giustizia

In Piazza Santa Trinita ecco la più alta delle colonne presenti in città con i suoi 11 metri. Venne fatta innalzare da Cosimo I ed è sormontata dalla statua della Giustizia in porfido, opera di Francesco del Tadda.

Condividi su
pattern Brunelleschi Hotel

Articoli correlati

  • Museo delle Cappelle Medicee

    Il Museo delle Cappelle Medicee è un interessante sito di interesse storico immerso nel cuore di ...

    12 Ott 2023

  • Galleria dell’Accademia a Firenze

    Guida alla Galleria dell’Accademia a Firenze …

    ...

    10 Apr 2024

  • La Chiesa di Dante e Beatrice

    La storia della Chiesa di Dante e Beatrice a Firenze: il luogo dell’incontro …

    ...

    31 Gen 2024