L’escursione a Fiesole è uno dei must di ogni vacanza a Firenze, un’esperienza imperdibile da vivere in questo elegante borgo ad appena 20 minuti dal centro della città.
Fiesole sorge su un colle e regala una vista panoramica su Firenze. Il punto migliore per godere dello spettacolo della città culla del Rinascimento è nei pressi del Monastero di San Francesco.
Considerato da sempre uno dei sobborghi più esclusivi del capoluogo toscano, conquista con le testimonianze del suo passato etrusco-romano, con le eleganti ville e i palazzi affascinanti, con monumenti e percorsi nella natura.

Fiesole, le 10 cose da vedere

Scopriamo i 10 siti più importanti presenti sul territorio di Fiesole.

Area archeologica

area archeologica fiesole

La forte tradizione archeologica locale ci consegna i resti del teatro romano, delle ampie piscine del complesso delle terme, dell’area interna con vasche e ambienti riscaldati. Nel primo decennio del Novecento venne riportato alla luce il tempio etrusco-romano, ancora oggi protagonista di lavori di scavo. Il sito archeologico è localizzato nell’area compresa tra Via Duprè, Via delle Mura Etrusche e Via Marini. Il lato settentrionale dell’area archeologica è delimitato dalle spettacolari mura etrusche, realizzate con grandi blocchi di arenaria.

Museo Archeologico

Parte integrante dell’area archeologica, il museo è situato al suo interno ed ha una singolare forma di tempio tuscanico. Venne costruito tra il 1912 e il 1914 e custodisce numerosi reperti tratti dagli scavi di Fiesole e dal territorio circostante. Tra i rinvenimenti più importanti troviamo una statua in bronzo di lupa capitolina, stele fiesolane in arenaria, urne cinerarie etrusche, bronzetti votivi, oggetti del periodo etrusco e romano, lucerne in terracotta e in bronzo, sepolture longobarde, armi, gioielli, oggetti medievali. Accanto a questi ecco le donazioni private, tra cui la Collezione Costantini (con ceramiche etrusche, greche e magnogreche) e la Collezione Albites (con sculture romane).

Museo Bandini

museo bandini fiesole

In Via Giovanni Duprè troviamo questo piccolo ma interessantissimo museo che conserva dipinti fiorentini del XII-XIV secolo, realizzati dai cosiddetti “Primitivi”, ovvero artisti fiorentini e toscani del Duecento e del Trecento: Bernardo Daddi, Taddeo Gaddi, Nardo di Cione, Lorenzo Monaco. All’interno anche opere in terracotta a firma Della Robbia. Particolarmente importanti anche le opere di maestri del Quattrocento come Neri di Bicci e Iacopo del Sellaio. Tra i lavori più belli troviamo una Madonna con Bambino della bottega del Botticelli. Il museo è completato da una sezione dedicata alle sculture, con venti terracotte policrome dei Della Robbia.

Duomo

duomo fiesole

La Cattedrale di San Romolo, in stile romanico, venne costruita poco dopo l’anno Mille. Ampliato e ristrutturato frequentemente nel corso dei secoli, vanta una facciata con tre portali principali e una torre campanaria che raggiunge i 42,30 metri. Gli interni sono maestosi e seguono lo schema a tre navate su colonne di pietra con capitelli figurati. Qui possiamo ammirare numerose opere di valore: gli affreschi San Benedetto e San Sebastiano della scuola di Pietro Perugino, la cattedra lignea di Sant’Andrea Corsini di Pietro di Lando, gli affreschi con Storie di San Romolo di Nicodemo Ferrucci, un trittico tardogotico di Bicci di Lorenzo, il monumento funebre di Leonardo Salutati realizzato da Mino da Fiesole, la Madonna in adorazione del Bambino tra San Leonardo e San Remigio firmate Opus Mini, la decorazione pittorica con le raffigurazioni degli Evangelisti e dei Santi Leonardo e Giovanni Battista di Cosimo Rosselli, le Storie di San Romolo e San Romolo fra i suoi compagni della scuola del Ghirlandaio, il dossale marmoreo di Andrea Ferrucci, la statua di San Romolo in cattedra di Giovanni della Robbia.

Cappella di San Jacopo

L’antico oratorio del Palazzo Vescovile risale all’anno Mille. Sottoposto a diversi lavori nel corso degli anni, nel XIV secolo prende la sua forma attuale. All’interno ammiriamo l’opera L’Incoronazione della Vergine tra Angeli e Santi di Bicci di Lorenzo in stile trecentesco-tardogotico. Gli ambienti custodiscono una collezione di arte orafa sacra della zona di Firenze con oggetti tardogotici, rinascimentali, barocchi, neoclassici. Ma anche l’affresco di Antonio Marini raffigurante San Jacopo, la Mitria del Vescovo Salutati, numerosi calici, la Croce astile di Girolamo di Martino Spigliati, ostensori del XVII secolo, suppellettili del XVIII secolo.

Castello di Vincigliata

castello fiesole vincigliata

Questa antica rocca medievale è uno dei migliori esempi del sogno romantico medievale ad opera degli inglesi che nel corso dell’Ottocento pullulavano a Firenze. La struttura degli Alessandri, infatti, venne acquistata nel 1855 da John Temple Leader e divenne ben presto il centro di una vera rinascita gotica nei pressi di Firenze. All’interno troviamo quadri e sculture accumulate da Temple Leader. Una ricca collezione dedicata al Medioevo. Oggi è un centro internazionale che ospita eventi, mostre d’arte, sfilate di moda, cene di gala, meeting.

Badia Fiesolana

In località San Domenico troviamo questa chiesa consacrata poco dopo l’anno Mille, con facciata in marmo bianco e verde che richiama il Battistero di San Miniato al Monte. Gli interni sono ampi e in stile rinascimentale, con pianta a croce latina. Tra le opere presenti segnaliamo la Crocifissione di Bernardino Campi, la Flagellazione di Gesù di realizzazione fiorentina, l’altare in marmi policromi di Giovan Battista Cennini. A destra della Badia troviamo l’ex monastero, oggi sede dell’Istituto universitario europeo.

Basilica di Sant’Alessandro

basilica fiesole sant'alessandro

Risalente al VI secolo e realizzata in stile neoclassico dall’architetto Giuseppe Del Rosso, è uno dei Luoghi del Cuore FAI. All’interno troviamo numerosi elementi bizantini ed orientali, una struttura a tre navate con colonne in marmo e capitelli ionici. Oggi la chiesa ospita manifestazioni e mostre. Presso l’Oratorio della Compagnia dell’Assunta possiamo ammirare la Madonna fra San Michele e San Pietro di Gerino da Pistoia.

Monte Ceceri

Una location celebre per le cave di arenaria, la pietra serena utilizzata anche da Benvenuto Cellini e Giorgio Vasari. Ma un luogo famoso anche perché la leggenda vuole che proprio qui Leonardo da Vinci testò per la prima volta il volo umano con una delle sue macchine guidata dal collaboratore Tommaso Masini. La location è ricca di sentieri particolarmente apprezzati dagli amanti del trekking.

Le ville di Fiesole:

Villa Peyron al Bosco di Fontelucente

villa peyron al bosco fiesole

Costruita su rovine di epoca etrusca, celebre per il suo giardino terrazzato su un territorio di forte pendenza. Accanto a questo troviamo altri interessanti spazi: la cappella e il suo giardino, le scalinate che conducono all’area dedicata alla musica e al laghetto.

Villa Le Balze

villa le balze fiesole

Realizzata all’inizio del Novecento da Cecil Pinsent e Geoffrey Scott, vanta un giardino con lunghi assi prospettici che formano una successione di stanze. La villa è ricca di decorazioni, mosaici, opere in tufo, stalattiti e stucchi.

Villa Medici o Palagio

villa medici fiesole palagio

È stata la prima villa rinascimentale medicea con giardino. Venne progettata da Michelozzo nel corso del XV secolo. Conquista con il suo giardino a terrazze su superfici molto ripide. È uno dei migliori esempi di integrazione tra edificio e paesaggio.

Villa Il Riposo dei Vescovi

villa il riposo dei vescovi giardino

Risalente al XV secolo, vanta un giardino dal fascino decadente, con una fontana e una colonna in pietra, un frutteto, una pergola di ferro, fontane, statue, arredi marmorei.

Condividi su
pattern Brunelleschi Hotel

Articoli correlati

  • Museo delle Cappelle Medicee

    Il Museo delle Cappelle Medicee è un interessante sito di interesse storico immerso nel cuore di ...

    12 Ott 2023

  • Giardini di Firenze

    Concediti un momento di relax ed esplora gli incredibili parchi e giardini di Firenze, oasi incan ...

    21 Giu 2018

  • Galleria dell’Accademia a Firenze

    Guida alla Galleria dell’Accademia a Firenze …

    ...

    10 Apr 2024